Pagine

martedì 31 marzo 2015

La Grande Madre - Palazzo Reale, Milano 26 agosto - 15 novembre 2015 | opening 25 agosto 2015

Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata

Comune di Milano | Cultura e Fondazione Nicola Trussardi
presentano

La Grande Madre
a cura di Massimiliano Gioni


Una mostra promossa da Comune di Milano | Cultura
Ideata e prodotta dalla Fondazione Nicola Trussardi
insieme a Palazzo Reale
per Expo in città 2015

Palazzo Reale, Milano
26 agosto - 15 novembre 2015 | opening 25 agosto 2015

Presentata oggi alla stampa e al pubblico La Grande Madre, a cura di Massimiliano Gioni, alla presenza di Domenico Piraina, Direttore di Palazzo Reale, Filippo Del Corno, Assessore alla Cultura del Comune di Milano, Beatrice Trussardi, Presidente della Fondazione Nicola Trussardi, Massimiliano Gioni, Direttore Artistico della Fondazione Nicola Trussardi, e Anna Boccaccio, Responsabile Relazioni Istituzionali BNL Gruppo BNP Paribas.

La Grande Madre è una mostra promossa da Comune di Milano | Cultura, ideata e prodotta dalla Fondazione Nicola Trussardi insieme a Palazzo Reale per Expo in città 2015 e realizzata con il sostegno di BNL Gruppo BNP Paribas, main sponsor dell’esposizione.

La mostra, che aprirà al pubblico dal 26 agosto al 15 novembre 2015, è il frutto di una collaborazione tra istituzioni pubbliche e private nella condivisione di un progetto che porta la grande arte contemporanea, anche nelle sue dimensioni più attuali e innovatrici, nello spazio espositivo più prestigioso della città, rappresentando l’evento di punta del calendario di Expo in città nel secondo trimestre di Expo 2015.

Il palinsesto di Expo in città propone una mostra prestigiosa, ospitata in una delle sedi espositive più visitate d’Italia, Palazzo Reale, che chiude il cerchio di una proposta completa sull’arte, le sue stagioni e i suoi linguaggi. – ha dichiarato l’Assessore alla Cultura Filippo Del Corno – Una proposta che non solo offrirà al pubblico la possibilità di compiere un viaggio straordinario nella storia dell’arte e della cultura italiana e internazionale, ma sarà anche un’occasione speciale di approfondimento sulla figura della madre, che più di tutte incarna l’idea della nutrizione, tema centrale di Expo 2015. Un risultato reso possibile grazie alla Fondazione Nicola Trussardi nel quadro di un ampio dialogo tra pubblico e privato, stretti in un’alleanza per la diffusione dell’arte e
della cultura
”.

"La Grande Madre offre uno sguardo sulla maternità e sulla condizione femminile filtrato attraverso un secolo di opere d'arte, che ripropongono questioni oggi non solo presenti ma spesso ancora irrisolte – ha sottolineato Beatrice Trussardi, Presidente della Fondazione Nicola Trussardi – Questo ci permette di affrontare le problematiche legate al tema generale di Expo secondo una prospettiva di genere che ribadisce la centralità delle donne nella società, ruolo molto spesso non adeguatamente riconosciuto. Nonostante gli enormi passi avanti fatti negli ultimi decenni e le azioni sociali e politiche di difesa della donna che hanno contributo a diffondere conoscenze e diritti anche nei paesi più poveri, molti sono i pericoli che oggi minacciano di rallentare o ostacolare il percorso di emancipazione femminile. Per questo motivo La Grande Madre può e deve essere un'occasione importante per riflettere sui valori di cui la presenza della donna è portatrice  in ogni settore sociale, contribuendo a rendere Expo una piattaforma di idee e progetti concreti per lo sviluppo del pianeta.

"Attraverso le opere di centoventisette artiste e artisti internazionali e con un allestimento che si estenderà su una superficie di circa 2.000 metri quadrati al piano nobile di Palazzo Reale, La Grande Madre analizzerà l'iconografia e la rappresentazione della maternità nell'arte del Novecento, dalle avanguardie fino ai nostri giorni - ha affermatoMassimiliano Gioni, direttore artistico della Fondazione Nicola Trussardi e curatore della mostra - Dalle veneri paleolitiche alle “cattive ragazze“ del post-femminismo, passando per la tradizione millenaria della pittura religiosa con le sue innumerevoli scene di maternità, la storia dell’arte e della cultura hanno spesso posto al proprio centro la figura della madre, a volte assunta a simbolo della creatività e metafora della definizione stessa di arte. La madre e la sua versione più familiare di “mamma” sono anche stereotipi intimamente legati all’immagine dell’ItaliaLa Grande Madre sarà una mostra sul potere della donna: non solo sul potere generativo e creativo della madre, ma soprattutto sul potere negato alle donne e sul potere conquistato dalle donne nel corso del Novecento. Partendo dalla rappresentazione della maternità, l’esposizione si amplia per passare in rassegna un secolo di scontri e lotte tra emancipazione e tradizione, raccontando le trasformazioni della sessualità, dei generi e della percezione del corpo e dei suoi desideri."

La mostra La Grande Madre sarà accompagnata da un catalogo a cura di Massimiliano Gioni, pubblicato in due lingue, italiano e inglese. Il volume raccoglierà più di trecento immagini a colori che illustreranno testi monografici e approfondimenti su tutti gli artisti presenti in mostra e una raccolta di saggi e testi critici inediti, commissionati per l’occasione a Marco Belpoliti, Barbara Casavecchia, Whitney Chadwick, Massimiliano Gioni, Ruth Hemus, Raffaella Perna, Lucia Re, Pietro Rigolo, Adrien Sina, Guido Tintori, Calvin Tomkins, Lea Vergine.


  

domenica 29 marzo 2015

My Special Car Show - 18 e 19 aprile a Rimini Fiera

MY SPECIAL CAR SHOW: L´APPUNTAMENTO ITALIANO CON LA PERSONALIZZAZIONE DELL´AUTOMOBILE, A RIMINI FIERA IL 18 E 19 APRILE

My Special Car Show, l´unico ed originale evento dedicato alla personalizzazione dell´automobile e alla sua numerosa community, si appresta a celebrare la sua 13esima edizione il 18 e 19 aprile 2015, presso il quartiere fieristico di Rimini Fiera.

Un appuntamento unico sia per le aziende del settore automotive, che avranno la possibilità di esporre ed incontrare il pubblico in un contesto dinamico e giovane, sia per i tanti appassionati che a My Special Car Show celebrano la propria passione per il tuning presentando la propria automobile elaborata per l´occasione.



My Special Car Show, il grande evento interamente dedicato alle auto speciali e sportive, nel 2014 ha visto il raduno raggiungere quota 2.000 vetture in esposizione e circa 232 club partecipanti provenienti da tutta Italia. 
My Special Car Show è diventato negli anni l´evento di riferimento del settore, riunendo a Rimini le auto più straordinarie, tra modifiche estetiche e tecniche e impianti audio con potenza fuori dal comune.

In linea con la vocazione dinamica degli eventi organizzati da GL events Italia, spazio alle emozioni in pista con My Special Track, un´area esterna dedicata ad esibizioni e test drive per garantire ancora più spettacolo. 

Prossimamente online la prevendita per acquistare in anticipo i titoli di ingresso e assicurarsi così una tariffa agevolata.

http://www.myspecialcar.it/

Quattro passi nel medioevo - Crevalcore (BO) - 9/10 maggio 2015

Il 9/10 maggio 2015, Villa Ronchi Crevalcore (BO), rivivrà la storia.
Artigiani e mercanti, armati e popolani ridaranno
vita al medioevo a cavallo tra il 1380 e il 1410.
Nel grande accampamento si assisterà a scene di vita quotidiana.
Nel mercato storico abili artigiani esporranno e mostreranno le lavorazioni di un'epoca così lontana. Momenti di didattica sulle armi e l'artigianato si alterneranno a scene di intrattenimento teatrale e musicale.
Rievocazione della Battaglia che vide Crevalcore teatro di importanti fatti d'arme nel 1390, tra l'esercito del duca Alberico da Barbiano, comandante delle truppe bolognesi e l'esercito visconteo.

http://www.4passinelmedioevo.com/

Da sabato 21 marzo al 15 aprile 2015 - VENEZIA

Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata










Beyond Reasonable Evidence
di Rachele Maistrello

Una mostra curata da Stephanie Noach e Inez Piso.
Da sabato 21 marzo al 15 aprile 2015. Inaugurazione, sabato 21 marzo 2015 alle ore 18.30.
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Le fotografie di Rachele Maistrello mettono insieme passato e presente. Avvicinando un visitatore contemporaneo alla tela di un antico ritratto, l'artista, offre al pubblico l'occasione di mettere in discussione l'evidenza della realtà; la somiglianza tra i due ritratti balza subito agli occhi dell'osservatore e sfida ogni distanza cronologica.

Tale somiglianza nella fotografia mette in contrapposizione realtà e pittura: l'immagine dipinta, infatti, potrebbe essere definita come fittizia, poichè quella cosiddetta “reale” lo è in quanto contrapposta allo sfondo dipinto. Realtà e pittura sono qui rappresen- tate insieme e si definiscono l'un l'altra. La doppia rappresentazione, pittorica e fotografica, sottolinea, non solo le somiglianze, ma anche le incongruenze tra le due figure. La foto rivela infatti piccoli dettagli, segni riconoscibili di contingenza, come la cerniera della giacchetta o alcuni tratti marcati del viso, ma al confronto con l'immagine dipinta questi dettagli si leggono, ironicamente, come imperfezioni che ne convalidano la realtà.

Tuttavia, il confine tra realtà e finzione che si crea dalla reciproca opposizione si dissolve nel momento stesso in cui lo spet- tatore non guarda semplicemente la realtà, ma vi include se stesso come terza persona. Poiché, la persona “reale”, fotogra- fata nell'immagine, non è altro che un ulteriore ritratto e l'unica vera persona rimasta è colui che osserva la fotografia. Questo duplice farsi spettatore ha luogo nel momento in cui lo sguardo del visitatore del museo nella fotografia incrocia lo sguardo del visitatore che si volge a guardare.

In quel momento si stabilisce un contatto speciale che concede allo spettatore un viaggio nel tempo. I due visitatori sono contem- poranei, ma la somiglianza con la figura dipinta permette di procedere in linea retta fino a quest'ultima spezzando i confini di tempo tra le tre identità, tutte unite in uno stesso momento.

Rachele Maistrello narra qui di un'esistenza slegata dal tempo, di un gioco di mutue relazioni con il momento di realtà che vivono i protagonisti. Tutto parte dall'idea che queste tre figure rappresentino cronologicamente momenti differenti, sotto forma di dipinto, fotografia e realtà, ma alla fine esistono insieme nel momento in cui il visitatore della mostra vede l'altro visitatore della mostra del vecchio capolavoro ed ecco che la definizione di realtà è cambiata ancora.

Così quell'istante in cui è stata scattata la fotografia è obliterato dal contenuto dell'immagine e dallo spettatore che l'ha catturato. Tanto tempo era necessario in passato per completare un ritratto ad olio, forse tanto quanto la lunga attesa dell'artista per cogliere quel fugace momento nella fotografia.

Rachele Maistrello
(1986, Vittorio Veneto)
Vive e lavora a Venezia

Formatasi presso lo IUAV a Venezia, l’ENSBA di Parigi (atelier Messager) e lo ZHDK di Zurigo, nel 2013 in residenza presso la fondazione Bevilacqua La Masa. Il suo lavoro è stato esposto in collettive e personali in Italia e all’estero, tra cui: BYOB, 54 Bien- nale di Venezia (2011), museo di fotografia contemporanea di Cinisello Balsamo, Italia (2012), galleria 201, Zurigo (2014) museo di Ca’ Rezzonico, Italia (2013), museo MS+MSUM, Slovenia (2012), museo ZKM di Karlsruhe, Germania (2009), galleria IMMIX, Parigi, Francia (2008)

Inez Piso
(1988, Brunssum, Paesi Bassi)
Vive e lavora a Madrid

Attualmente lavora al CA2M Centro de Arte Dos de Mayo de Madrid, ha curato le seguenti mostre: Orgullo/Verguenza: la Iden- tidad Española (Madrid), Fünzig Verfassungen (Berlin) and The Travelling Artwork insieme a Stephanie Noach (Amsterdam); tiene workshops come ‘Future Memories’ (Kassel and Madrid), inoltre ha conseguito una master in storia all'Universita Autonoma di Madrid in collaborazione col Museo Reina Sofia.

Stephanie Noach
(1986, Amsterdam, Paesi Bassi)
Vive e lavora in Havana e ad Amsterdam

Attualmente è curatrice alla 12ma Biennale dell'Havana con la sua mostra ‘Sin oficio, ni beneficio’. I suoi progetti curatoriali più recenti includono: I would prefer not to (Amsterdam), We’ve got time (Schloss Ringenberg, Germany). Ha partecipato a conferenze sul tema lavoro al Printemps del Laboratoires (Paris) ed ha conseguito un master in storia dell'arte (con lode) all'Università di Amsterdam ed in Studi Latinoamericani con una specializzazione in Studi Museali alla New York University.

INFORMAZIONI ESSENZIALI
Titolo: Beyond Reasonable Evidence
Artista: Rachele Maistrello
Curatori: Inez Piso, Stephanie Noach
Sede: galleria upp
Giudecca 282, 30133 Venezia
Opening sabato 21 marzo 2015 ore 18:30
Periodo dal 21 marzo al 15 aprile 2015
Orario dal martedi al sabato dalle 16:00 alle 19:00 (chiamare per conferma)

domenica e lunedì su appuntamento
Info galleria upp
t. +39 328 4643887
info@galleriaupp.com
www.galleriaupp.com
Maggiori informazioni e immagini su richiesta
 
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
GIUDECCA 282
I-30133 VENEZIA
T +39 328 4643887
INFO@GALLERIAUPP.COM
WWW.GALLERIAUPP.COM

martedì 24 marzo 2015

24 - 25 - 26 aprile, 1 - 2 - 3 maggio - Isola della Scala - Verona

 
Festival del riso e delle mongolfiere

24 - 25 - 26 aprile, 1 - 2 - 3 maggio
Parco del Riso - Palariso
Isola della Scala - Verona
PROVA LA MAGIA DI UN VOLO
IN MONGOLFIERA

e inoltre
 
• risotti della Festa del Riso e Frittitaly
• spettacolo serale con mongolfiere illuminate
• festa degli aquiloni (1-3 maggio)
• fattoria degli animali
• shopping
• parco giochi
• concorsi 4 zampe
Acquista un volo nel sito
www.risoemongolfiere.it

 

domenica 15 marzo 2015

Dal 28 Marzo - Fantini - Cervia

fantini club logo
hq lifestyle
STIAMO TORNANDO!
Dal 28 Marzo ti aspettiamo per una nuova stagione di eventi sportivi, sole, mare e tanto divertimento!
a cavallo del mare
moma on th beach
granfondo piccoli
#fantiniclub
Fantini Club - Lungomare G.Deledda, 182 - 48015 Cervia (Ra) Tel. +39 0544956519 - Fax +39 0544974501 mail

CHILDREN’S TOUR - Modena

CHILDREN’S TOUR, MENO DI 2 SETTIMANE AL VIA! ONLINE IL PROGRAMMA COMPLETO
È online il programma di Children’s Tour 2015. In costante aggiornamento, troverai laboratori didattici, spettacolo e animazione: percorsi avventura, pareti di arrampicata, mountain bike, minicar…
Le attività didattiche proposte sono numerosissime, e tutte gratuite: da una corretta alimentazione al rispetto per l’ambiente, dalla conoscenza del proprio corpo alla lettura, dal riciclo alla magia, senza trascurare la musica e la creatività! Prenota subito il tuo o i tuoi laboratori preferiti!
Dal 20 al 22 marzo a ModenaFiere sono tre giorni ricchi di appuntamenti per i più piccoli e di fantastiche opportunità per le vacanze di tutta la famiglia!
Località turistiche, villaggi e strutture ricettive, parchi tematici, camp sportivi, fattorie didattiche e percorsi naturalistici, agriturismi… A Children’s Tour sono tante le occasioni di svago a condizioni davvero speciali e negli stand non mancanopromozioni, sconti e omaggi per tutta la famiglia.
Venerdì ingresso unico 5 euro!
Fino a 6 anni l’ingresso è gratuito.
Orari: venerdì dalle 15.00 alle 20.00, sabato e domenica dalle 10.00 alle 20.00.
Instagram
Facebook
Twitter
YouTube
Contatti:
ModenaFiere srl
tel. +39 059 848380
www.childrenstour.it
info@childrenstour.it

FILMFORUM FESTIVAL 2015 - Villa Manin di Passariano

             


FILMFORUM FESTIVAL 2015
A VILLA MANIN DAL 20 MARZO LA MOSTRA UNMADE DISPLAYS


Unmade Displays
a cura di Davide Bevilacqua e Vincenzo Estremo

Villa Manin di Passariano
Ala Postica Ovest / Ex Accademia
20 Marzo – 19 Aprile 2015 (mar-ven 14.00 – 18.00, sa/do 10.00 – 19.00)

Vernice: 20 Marzo 2015, ore 17.00

PER LA PRIMA VOLTA UNA MOSTRA DI MEDIA ART INTERATTIVA: INDAGA LA RELAZIONE TRA L’UOMO E IL DISPLAY. MA ANCHE IL FUTURO DEL CINEMA NEI NUOVI MEDIA.

Produzione: Interface Cultures del dipartimento dell'Università d'Arte di Linz (Austria), con Film Forum Festival 2015


UDINE – Per la prima volta si indaga la relazione fra l’uomo e il display: ci prova FilmForum Festival 2015, in cartellone dal 18 al 24 marzo a Udine e Gorizia, con una mostra interattiva di media art “Unmade displays”, allestita a Villa Manin di Passariano – Codroipo Udine dal 20 marzo al 19 aprile 2015, presso l’Ala Postica Ovest (ex Accademia). La mostra, curata da Vincenzo Estremo e Davide Bevilacqua, è promossa dal Festival conInterface Cultures del dipartimento dell'Università d'Arte di Linz (Austria), ed è sostenuta dall’Azienda Speciale Villa Manin che aveva ospitato alcuni artisti  in esposizione, come Sam Bunn e lo stesso concuratore Davide Bevilacqua.Come implementare i limiti del cinema? La mostra ne parla investigando l’invasione dei nuovi media, delle interfacce e della digital culture.
La vernice è in programma mercoledì 20 marzo alle 17, con la prima performance. Venerdì 22 marzo, alle 16 gli ospiti di FilmForum Festival visiteranno la mostra, e alle 10.30 di sabato 23 marzo è in programma la lezione di Christa Sommerer a Film Forum, Gorizia. Partner dell’evento sono Ars Electronica Center, Città di Codroipo, Università degli Studi di Udine, PIC – Progetto Integrato Cultura, Associazione LENT, Delavski Dom Trbovlje, Department of Education, Language policy and Culture of Gobierno Vasco. Info: www.filmforumfestival.it  
La mostra è parte di Cinema & Contemporary Visual Art, la sezione di Film Forum che si occupa di mostre cinamatografiche e della relazione tra l'uomo e il display, sia sul fronte teorico che quello curatoriale. Gli artisti presenteranno una serie di lavori che forzano l'idea di dispositivo cinematografico, esplorando i concetti e le capacità relazionali e comunicative di schermo, film, video, e la visione e il display come modalità di trasmissione dell'informazione. Come implementare i limiti del cinema? La mostra investiga appunto l’invasione dei nuovi media, delle interfacce e della digital culture. Il cinema istituzionale non è più l'unico modo di fare e parlare di cinema. FilmForum si occupa di ricerca e riflessioni che estendano i confini del cinema tradizionale. Qual è lo status contemporaneo del cinema e come interagisce con la presenza dei nuovi media, delle interfacce e della digital culture? Molti artisti internazionali proveranno a darne rappresentazione: Davide Bevilacqua (ITA), Sam Bunn (UK), Juan Cedenilla (E), Yen Tzu Chang (TW), Alessio Chierico (ITA),  Dear-No / Arno Deutschbauer (AT), Cesar Escudero Andaluz (E), Isidora Ficovic (RS),  Jure Fingust (SLO), Maša Jazbec (SLO), Carina Lindmeier (AT), Martin Nadal (E), Marta Perez Campos (E), Andrei Warren Perkovic (E/NY/RS), Ivan Petkov (BG), Marie Polakova (CZ), Henning Schulze (DE), Federico Tasso (ITA), Enrique Tomas (E), Christian Villavicencio (ECD/E). ORARI di visita: da martedì a venerdì 14/18, sabato e domenica 10/19. Ingresso libero.
Interface Cultures è un dipartimento della Kunstuniversität Linz (Austria), all'interno del quale artisti e designer di provenienza internazionale portano avanti ricerche intorno at temi dell'Interazione Uomo-Macchinadei media e delle Interfacce digitali. Il dipartimento di Interface Cultures è diretto da Christa Sommerer, Laurent Mignonneau e Martin Kaltenbrunner.  Film Forum è un festival internazionale con focus sul cinema e sulle arti visive contemporanee, e che si propone come momento di incontro per artisti e ricercatori. Lo scopo dell'evento è la scoperta e lo sviluppo di ricerca scientifica in ambiti innovativi e stimolanti (inclusi videogame studies, postcinema, porn studies, film heritage).  Completa idealmente questo percorso sul virtuale, a FilmForum Festival 2015, l’installazione del collettivo spagnolo Be another LAB, oltre alla anteprima nazionale del documentario interattivo ‘In limbo’, sul rapporto con il nostro technological self. Ideato e realizzato da Antoine Viviani, “In limbo” sarà presentato in anteprima nazionale a FilmForum Festival lunedì 23 marzo (Kinemax, ore 21), per indagare il rapporto con l’archivio aperto di informazioni su di noi che esiste sul web e presenta al mondo, in modo del tutto ingovernabile da noi, la nostra immagine e soggettività.